De Ligt: “La Juve è la squadra più forte d’Italia, vuole vincere e quindi proporre anche da dietro”

TORINO – Matthijs de Ligt ha rilasciato una lunga intervista a UEFA.com durante il mese di febbraio. Il sito della federazione europea la ha pubblicata soltanto oggi. Eccone uno stralcio, tradotto da juvenews.eu

Hai iniziato in una squadra molto offensiva, l’Ajax. Come è stato per te da difensore? “È stato difficile. È difficile adattarsi perché molte volte sei uno contro uno contro un attaccante. In Italia preferiscono avere più uomini contro un attaccante, quindi è abbastanza diverso, ma penso che mi abbia anche reso il difensore che sono oggi. Non ho paura di giocare uno contro uno, non ho paura di difendere alto sul campo,  è qualcosa che ho imparato nella scuola dell’Ajax”.

È vero che hai giocato in diverse posizioni nelle squadre giovanili dell’Ajax per migliorare la tua abilità tecnica? “Sì, è corretto. Fino ai 15 anni, ero un centrocampista offensivo. Ho giocato molto a centrocampo, ho segnato diversi goal, ho fatto qualche assist e poi all’improvviso mi hanno detto che sarebbe stato meglio per la mia carriera spostarmi indietro, da centrale. All’inizio pensavo che non mi piacesse essere un difensore, ma ora sto iniziando a rendermi conto che il modo in cui sono stato cresciuto come un centrocampista mi sta aiutando. Quindi sono davvero felice che questo sia stato lo sviluppo che ho dovuto affrontare”.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Juventus replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *