bookmark_borderToro da carica: Belotti alla guida dell’assalto al Parma

Ore 19.30: al Grande Torino riparte la serie A dopo più di tre mesi di sospensione. I granata cercano i punti per staccarsi dalla zona calda

La serie A post corona-virus riparte questa sera alle 19.30 dallo stadio Grande Torino, dove i granata sfidano il Parma in quella che è destinata a restare una partita storica. E’ il recupero della venticinquesima giornata, il Toro ha disputato il suo ultimo match il 29 febbraio a Napoli: cioè quasi quattro mesi di inattività agonistica. Una cosa fuori dal mondo (del calcio) e del resto la pandemia che ha terrorizzato il mondo intero va classificata tra gli eventi tragicamente eccezionali.

VOLTARE PAGINA—   La squadra di Moreno Longo avverte l’imperativo urlato dalla sua tifoseria purtroppo assente stasera: bisogna lasciare al più presto la zona minata della classifica. Ergo già da stasera occorre scendere in campo con la carica di chi vuole fortissimamente voltare la pagina nera delle sei sconfitte consecutive. Il Parma di Roberto D’Aversa non ha di questi assilli, sta facendo un campionato eccellente e più che guardarsi alle spalle è autorizzato dai punti raccolti finora a osservare gli orizzonti di gloria che ha davanti.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Torino replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

bookmark_borderInter da rincorsa, il check-up: il nuovo centrocampo convince, fasce doppie, LuLa da riaccendere

Alessandro Bastoni, Milan Skriniar e Andrea Ranocchia. GETTY

Alla vigilia del recupero con la Samp facciamo il punto: novità anche in difesa in fase di impostazione, mentre Eriksen ora è davvero centrale

Un ultimo allenamento prima del via, tredici partite ravvicinate nel mirino, la voglia di provare a riprendere Juventus e Lazio: l’Inter si prepara alla ripresa del campionato dopo la prova generale avvenuta in Coppa Italia, negativa soprattutto dal punto di vista del risultato. Da lì sono arrivate indicazioni sullo stato di salute della squadra. la situazione si è poi complicata con l’infortunio di Sensi, ma facciamo un punto, reparto per reparto, su come i nerazzurri si preparano al ritorno in campo.

bookmark_borderQuante palle il calcio: l’evoluzione della sfera in 14 modelli

Il Nike Merlin, pallone ufficiale della Serie A 2019/2020. LaPresse

Dalla “pelota argentina” e il “modelo T”, con cui si giocò un tempo a testa la finale del Mondiale del 1930, all’Adidas Telstar di Russia 2018: ecco i palloni che hanno fatto la storia

C’è un’immagine da salvare del doloroso Italia-Svezia del 13 novembre 2017, il ritorno dello spareggio che ci ha negato il Mondiale di Russia. Nell’ultimo minuto di recupero, prima di battere il calcio d’angolo della disperazione, Alessandro Florenzi prende in mano il pallone per avvicinarlo al viso. E lo bacia, almeno tre volte. Un gesto tenero e ingenuo, che riporta al calcio dei ragazzini, quando col Super Santos sempre sotto braccio si sognava la maglia della Nazionale.

bookmark_borderIlaria D’Amico: “La sorella di Ronaldo? I familiari non devono diventare commentatori”

E’ insorta la polemica dopo il post Instagram della sorella di Cristiano Ronaldo, Elma Aveiro, dopo la sconfitta della Juventus in finale di Coppa Italia contro il Napoli. Ilaria D’Amico, conduttrice tv e compagna di Gigi Buffon, ha commentato così il tutto ai microfoni di Radio 1: “Io appartengo alla vecchia scuola, per cui familiari, fratelli e mogli non usino i social, perché molto spesso poi sono i mariti o i fratelli a non apprezzarlo.

Se io fossi un giocatore di calcio vorrei esprimere il mio pensiero ma non è che amerei tanto che Gigi o mia madre scrivessero al posto mio. I familiari non devono diventare commentatori“.

bookmark_borderFigc, il Consiglio approva playoff e algoritmo (ma non per lo scudetto) col voto contrario della Serie A

Passa la linea di Gravina: ok alle linee guida in caso di stop al campionato con 18 voti a favore e appena 3 contrari. Stop alla Serie A femminile. E sulla quarantena obbligatoria: “Riteniamo ci siano le condizioni perché il campionato possa andare avanti”

Playoff e playout in caso di interruzione del campionato per cause di forza maggiore, applicabilità dell’algoritmo per cristallizzare la classifica (ma senza assegnazione dello scudetto) nel caso di impossibilità di avere un tempo tecnico per concludere il campionato attraverso l’eliminazione diretta. È la decisione del Consiglio Federale di oggi, secondo cui si torna quindi a quello che era stato precedentemente deciso, con i playoff e i playout, da oggi nuovamente piano B a tutti gli effetti della ripartenza del campionato.

La formula di playoff e playout sarà decisa nei prossimi giorni, e comunque prima della ripresa del campionato prevista per il 20 giugno, dal presidente Gravina e dai suoi due vice Cosimo Sibilia e Paolo Dal Pino, presidente della Lega di A. La votazione della delibera è passata a larga maggioranza, con 18 voti favorevoli e 3 contrari, proprio quelli dei rappresentanti della Lega di A, lo stesso Dal Pino, l’a.d. interista Beppe Marotta e il presidente della Lazio Claudio Lotito.

bookmark_borderNapoli, De Laurentiis incontra la squadra: stipendi e multe i temi caldi da risolvere

Aurelio De Laurentiis, 71 anni. Epa

Il presidente ha varcato i cancelli di Castelvolturno prima di mezzogiorno: previsto un confronto col capitano Insigne, probabile una mediazione di Gattuso

Aurelio De Laurentiis è arrivato al centro sportivo poco prima di mezzogiorno. La visita del presidente era stata annunciata a Rino Gattuso e ai giocatori nella tarda serata di ieri. Il presidente è ritornato a Castel Volturno dopo tre mesi di assenza. L’ultima volta che aveva sostato negli uffici della sede, era stato il 6 marzo scorso, quando insieme con l’amministratore delegato, Andrea Chiavelli, aveva incontrato l’allenatore per annunciargli il proposito di voler continuare insieme per altri due anni. Poi, il Covid-19 ha interrotto ogni discussione che, sicuramente, verranno ripreso in queste ore.

STIPENDI —   I giocatori lo attendevano per avere chiarimenti sul pagamento degli stipendi. Quelli di marzo e aprile sono stati congelati, ma la squadra si aspetta che le spettanze di maggio le vengano pagate al più presto. In effetti staff tecnico e giocatori hanno ripreso a lavorare dal 4 maggio scorso, seppure in maniera facoltativa. Ma tutti hanno voluto allenarsi al centro sportivo con sedute individuali nelle prime tre settimane. De Laurentiis dovrebbe incontrare il capitano Insigne per avviare il confronto sugli stipendi. E non solo.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Napoli replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

bookmark_borderMarotta: “La mia Inter vuole tutto”

Beppe Marotta, a.d. Inter. Getty

Parla l’a.d. nerazzurro: “Vorrei una Serie A sul modello Premier, con autonomia gestionale e regolamentare. Chiesa ci piace, ma la Fiorentina chiede tanto. Tonali? Si può”

La faccia è astuta, sorniona, “anche se abbiamo appena finito di prendere gli schiaffi”. Sì perché c’è stato giusto il tempo di un toast, per Beppe Marotta, tra la fine del Consiglio Federale e l’inizio dell’intervista con la Gazzetta.

bookmark_borderL’ombroso Spalletti e quel legame a doppio filo: nel bene e nel male, Totti nel destino

Luciano Spalletti, 61 anni, con Francesco Totti, 43.  Ansa

Il colpo di genio del tecnico che ha trasformato il capitano in “falso nove” regalandogli una nuova carriera. Ma la rottura mai sanata tra i due ha segnato la sua seconda avventura giallorossa

Il mestiere di allenatore: difficile, affascinante, anche esaltante. Dedichiamo una serie di ritratti ai tecnici che hanno segnato la storia del calcio, italiano e internazionale, suddivisi in tre categorie: i condottieri, quelli che si sono imposti grazie al loro carisma, diventando delle icone; i rivoluzionari, quelli che con le loro idee hanno cambiato il modo di giocare; i filosofi, che si sono resi celebri con il loro pensiero originale. Questa puntata è dedicata a Luciano Spalletti.

bookmark_borderLazio, il fratello di Strakosha tuona contro Brambati: “Dovresti vergognarti”

Notizie Lazio: Thomas Strakosha

ROMA- Il fratello di Thomas Strakosha, Dimitris, ha tuonato sui social nei confronti dell’ex calciatore Massimo Brambati, reo di aver dichiarato prima su TMW poi durante una diretta live su Instagram che il portiere della Lazio sarebbe risultato positivo al Covid-19: “Strakosha dicono abbia un infortunio alla caviglia e non è vero, invece, ha fatto un tampone ed è risultato positivo”.

Il fratello del diretto interessato ha reagito con queste parole: ““Dovresti vergognarti di diffondere bugie e, se non rispettassi la tua età, ti farei personalmente causa per disinformazione”.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Lazio replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

bookmark_borderGastaldello: “Scandaloso giocare alle 16.30 d’estate”. Il dottor Castellacci: “Orario che avrei evitato”

Lo stadio Maracanà utilizzato come ospedale. Getty Images

Le ultime notizie dall’Italia e dal mondo su sport e Coronavirus

Gli ultimi aggiornamenti sullo sport dall’Italia e dal mondo per l’emergenza coronavirus.

ORE 21.21 – PAT EWING LASCIA L’OSPEDALE —   L’ex stella Nba Patrick Ewing è stato dimesso dall’ospedale e si sta riprendendo a casa dal Covid-19, come ha dichiarato suo figlio. Il leggendario Hall of Famer di 57 anni ha annunciato venerdì di essere risultato positivo al coronavirus e di essere in cura. Tre giorni dopo, Patrick Ewing Jr. ha dichiarato su Twitter che suo padre stava bene dopo aver ricevuto le cure e ha ringraziato i medici e le infermiere che si sono presi cura di lui durante la sua degenza in ospedale. Ha anche ringraziato i fan per i loro pensieri e preghiere: “Mio padre è ora a casa e sta migliorando – ha scritto Ewing Jr -: continueremo a monitorare i suoi sintomi e seguiremo le linee guida”.

ORE 18.44 – ROLAND GARROS “PROBABILMENTE TRA LA FINE DI SETTEMBRE E INIZIO OTTOBRE”—   Il direttore del Roland Garros, Guy Forget, ha parlato ai microfoni del canale Radio Europe 1: “Non c’è ancora stato un annuncio ufficiale. Il Roland Garros probabilmente si svolgerà fra fine settembre e inizio ottobre. Stiamo lavorando a stretto contatto con le associazioni dei giocatori e con l’ITF per annunciare come sarà la stagione tennistica da qui a fine anno”.