bookmark_borderSpadafora: “Dopo l’emergenza, la riforma dello sport”

Il ministro Vincenzo Spadafora

Via Facebook gli auguri del ministro, con un pensiero a chi lavora nello sport: “Molti hanno poche tutele e meritano maggiore rispetto: mi sono impegnato a riformare l’intero settore”.

Finita l’emergenza, la riforma. Il ministro delle Politiche giovanili e dello Sport, Vincenzo Spadafora, dal suo profilo Facebook ha rivolto un pensiero “ai tanti lavoratori dello Sport, coloro che, spesso senza le dovute garanzie, lontano dai riflettori, svolgono un’azione fondamentale”. E ha aggiunto: “Molti di loro hanno poche tutele e meritano maggiore rispetto: per questo – quando questa emergenza sanitaria sarà terminata – mi sono impegnato a riformare l’intero settore”.

bookmark_borderIbra e Maldini, riflessioni in corso. Il Milan attende il rendez-vous

Zlatan Ibrahimovic e Paolo Maldini. LaPresse

Prossimamente l’a.d. Gazidis incontrerà entrambi per parlare del progetto 2020-21: buone possibilità per lo svedese, più in bilico il d.t.

Comunque andrà a finire, si tratterà di due faccia a faccia molto intensi. Fra le varie incombenze che attendono Ivan Gazidis da qui a fine stagione, in agenda ci sono anche gli incontri con Ibrahimovic e Maldini. Due situazioni da gestire con molta cautela e altrettanta delicatezza perché i nomi in ballo sono grossi e le eventuali ripercussioni altrettanto. L’a.d. rossonero dovrà vederli di persona per capire innanzitutto se, e poi come, proseguire lungo la stessa strada. Le incognite sono tante e diciamo che può più o meno succedere di tutto. L’avvertenza è evitare di attendersi tempi eccessivamente brevi per trovare delle risposte: il futuro di Zlatan e Paolo si capirà davvero soltanto lungo l’estate.

bookmark_borderCR7 e i suoi amori: “domina” Madeira dall’alto col figlio. E prepara il ritorno in campo

Cristiano Ronaldo, 35 anni

Ronaldo continua ad allenarsi in palestra, aspettando di concordare col club il rientro a Torino. Intanto si gode la famiglia e la “sua” isola

Cristiano Ronaldo è volato in Portogallo subito dopo il 2-0 all’Inter dell’8 marzo, ultimo impegno della Juve prima dello stop per il lockdown dovuto alla pandemia di coronavirus. Ora, mentre attende di conoscere la data del ritorno a Torino in vista della possibile ripresa della Serie A e delle coppe, si gode le bellezze dell’isola di Madeira, il luogo in cui è cresciuto sognando di diventare un campione. “Scoprendo la mia isola con la miglior compagnia”, ha postato CR7 su Instagram a commento di una foto suggestiva abbracciato al primogenito Cristiano Jr: una veduta di Madeira da un’altura “scalata” dai Ronaldo dopo un po’ di trekking.

ALLENAMENTO—   Un modo come un altro per tenersi in forma, unendo l’affetto della famiglia al duro lavoro in palestra, che il 35enne fuoriclasse bianconero non si fa mai mancare. Superata la preoccupazione per l’ictus che aveva colpito la mamma Dolores, in questi giorni di isolamento CR7 ha continuato ad allenarsi, spesso in compagnia della moglia Georgina: anche lei ha postato su Instagram foto del loro piccolo tour di Madeira, dopo una mattinata dedicata allo yoga.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Juventus replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

bookmark_borderInter, progetto Pogba! Zhang vuole un top e ha un tesoro per sfidare la Juve

Paul Pogba, 27 anni. Getty

Gli addii di Icardi e Perisic possono regalare liquidità. Due nodi: l’ingaggio e le contropartite mancanti. E se parte Lautaro l’obiettivo è Werner, più di Cavani

Pandemia che tutte le certezze porta via. Che estate sarà? Che mercato sarà? Quali giocatori realmente si muoveranno? Ecco, a una domanda però si può già adesso con certezza aver risposta: sarà ancora Juve-Inter. Inevitabilmente, verso l’infinito e oltre, al di là di ogni ragionevole dubbio.

bookmark_borderMassima fiducia a Romelu, ma quando va a braccio sui social è dura…

L'esultanza di Lukaku dopo il gol nel derby di ritorno. Getty

Il belga spopola su Instagram, comunica in modo diverso dalla media dei suoi colleghi, piace anche al di fuori del mondo del calcio: ecco perché non è semplice da gestire

Romelu Lukaku non si riesce a fermare tanto facilmente nemmeno sui social. Al di là dello scivolone con la signora Mertens, il numero 9 dell’Inter ha confermato nelle settimane di fermo per coronavirus che su Instagram lui è uno che va sempre all’attacco, proprio come fa in campo dentro le aree avversarie.

Acquisto maglie calcio replica online,maglia Inter replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

bookmark_borderDouglas Costa dribbla CR7: “Il compagno più forte alla Juve? Dybala”

Douglas Costa e Paulo Dybala. Afp

Il brasiliano in diretta su Instagram “snobba” Cristiano Ronaldo e incorona la Joya. “Spero di tornare presto in Italia, non so più che fare qui senza calcio”

Douglas Costa si è concesso ai fan in una diretta Instagram, rispondendo a domande di ogni tipo. L’esterno d’attacco della Juve è ancora in Brasile, in attesa di comunicazioni dall’Italia per il rientro e la ripartenza del calcio. “Spero di tornare presto in Italia, non vedo l’ora di rientrare, anche perché non so più cosa fare qui”, dice senza troppi giri di parole.

COMPAGNI—   Douglas Costa non si è sottratto neanche alla domanda su chi fosse il compagno di squadra più forte. E la risposta è tutt’altro che scontata. CR7 penserete voi. E invece… “Il compagno più forte è Paulino (Dybala, ndr)”. Chissà come la prenderà Cristiano… Al brasiliano, poi, non importa se fare un gol o un assist. “Per me vanno bene entrambi, posso fare tutto: l’importante è che la squadra vinca”.

bookmark_borderCataldi, un’anima romana per la volata della Lazio

L’ex leader della Primavera uomo in più per lo sprint finale: è l’unico biancoceleste nato nella Capitale

Cosa manca alla Lazio nella volata scudetto in cui sarà impegnata alla ripresa del campionato? Si dice che alla squadra di Inzaghi faccia difetto una rosa lunga quanto quella della Juve e un pizzico di esperienza a lottare per certi traguardi. Tutto abbastanza condivisibile. Ma c’è un altro elemento, in verità extra calcistico, che fin qui è venuto meno, alla cui assenza si può però ancora rimediare.

bookmark_borderSpinelli: “Vendo il Livorno. E a 80 anni dico: i presidenti devono tornare a spendere”

Aldo Spinelli, 80 anni. (lapresse)

Il patron del club toscano: “I tornei sono tutti da annullare. Sì, siamo ultimi ma ci saremmo salvati”

“Sono stato il primo, il 25 febbraio, a far sanificare le nostre sedi in tutta l’Italia, a far mettere le mascherine ai miei quasi 6.000 dipendenti. E abbiamo avuto solo 4 positivi. Bisognava pensarci prima, tutti.

bookmark_borderAtalanta, terzo tampone per Sportiello: ancora positivo al coronavirus

Marco Sportiello, 27 anni, portiere dell’Atalanta LAPRESSE

Le condizione del portiere nerazzurro, comunque, sono buone

Terzo tampone per il portiere dell’Atalanta Marco Sportiello, a differenza del secondo nuovamente positivo (come il primo, il cui esito fu reso noto il 24 marzo dopo il controllo del giorno 20, presso l’Humanitas Gavazzeni di Bergamo). Tuttavia, e questo è doveroso sottolinearlo, le condizioni del giocatore nerazzurro sono buone e proseguirà, ovviamente, il periodo di lockdown nella propria abitazione di Urgnano.

Acquisto maglie calcio online,maglia Atalanta replica personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

bookmark_borderCon Cuadrado tre Juve in una. E come impara da Barzagli…

Juan Cuadrado

Conte lo voleva a tutti i costi, Allegri lo ha usato dappertutto, Sarri sta provando a specializzarlo. E con lui da terzino la Signora svolta

Tra l’onnipotente Cristiano e le raffinatissime D mancine, Dybala e Douglas, in casa della Signora si rischia di perdere di vista l’essenziale. Quei riccioli anarchici ormai quasi “normalizzati”: l’esuberanza colombiana di Juan Cuadrado è, infatti, diventata alta affidabilità europea. L’esterno, un po’ terzino, un po’ attaccante e un po’ pure centrocampista, è una delle novità più liete della Signora. Una certezza se la stagione dovesse ripartire proprio perché, in mezzo a tanto talento esagerato, lui ha trovato il suo orticello di normalità.

Anche se non è poi così normale recitare su tanti soggetti: il Cuadrado juventino si sta definitivamente specializzando nel ruolo di laterale destro di difesa, come vuole Sarri, ma continua pur sempre a fare tre ruoli almeno, a volte più di uno all’interno della stessa partita.