bookmark_borderRanieri ha deciso: verso la fiducia a Ramirez

Claudio Ranieri, 68 anni, allena la Sampdoria dall'ottobre scorso ANSA

Contro l’Inter, spazio al 3-5-2 (senza Quagliarella), per una migliore copertura degli spazi

Ci pensava da tempo, Claudio Ranieri, dopo averlo sperimentato… part-time sul campo, l’ultima volta contro il Verona, l’8 marzo scorso, ad inizio ripresa: puntare sul 3-5-2 poteva essere la scelta tattica in grado di aiutare la Samp ad avere una migliore (e maggiore) copertura delle varie zone del campo. E poi, i tre centrali difensivi rappresentavano ormai una vera e propria necessità. Probabile, dunque, che domani sera a San Siro nel recupero della 25a giornata contro l’Inter, il tecnico romano si affidi proprio a questo modulo.

FIDUCIA URUGUAIANA—   L’altra novità è annunciata in attacco. Dove mancherà Quagliarella (problema al gemello), che potrebbe recuperare per la gara di mercoledì con la Roma all’Olimpico, sostituito in attacco da uno fra Ramirez e Bonazzoli al fianco di Gabbiadini. La scelta dovrebbe però alla fine premiare l’uruguaiano, che per esperienza, fantasia e duttilità tattica sembra l’elemento in grado di dare maggiore vivacità offensiva in un reparto dove, comunque, ci sarà spazio per tutti. Rifinitura in programma oggi a Bogliasco, a seguire partenza per Milano.

bookmark_borderIl Venezia è in viaggio per Trieste. Ma la gara col Pordenone resta a rischio

Un momento della gara d'andata, terminata 1-2. LaPresse

Questa mattina all’alba calciatori e staff sono stati sottoposti al tampone. «Ma sussistono ancora oggettive criticità da risolvere per permettere l’effettivo svolgimento della partita», sottolinea il club

Pordenone-Venezia potrebbe giocarsi regolarmente stasera allo stadio «Nereo Rocco» di Trieste. Ma restano ancora dubbi sul fatto che i giocatori possano scendere in campo stasera alle 20.30. Dopo la positività al coronavirus di Felicioli e la quarantena «soft» ufficializzata dal Governo soltanto nella serata di giovedì, il club arancioneroverde ieri aveva comunicato l’impossibilità di svolgere tutti gli accertamenti agli altri calciatori entro oggi. Stamani, però, il colpo di scena: la squadra è partita per Trieste, in attesa di conoscere l’esito dei tamponi svolti in mattinata. Segui tutti gli aggiornamenti.

bookmark_borderZaniolo tra gite in barca, fan sfegatati e una mission: rientrare il 2 luglio (per una doppia festa)

Nicolò Zaniolo con la fidanzata Sara

Travolto dall’affetto ad Anzio dopo una gita in barca con la fidanzata, si prepara al ritorno il giorno del 21° compleanno

Non solo Nicolo Zaniolo vive a casa di Francesco Totti, ma, con tutte le differenze del caso, sembra averne raccolto in parte l’eredità. Ieri, nel giorno di riposo concesso da Fonseca, Zaniolo è andato in barca a Ponza con la fidanzata Sara e alcuni amici e quando è rientrato, al porto di Anzio, prima di andare a cena, ha trovato una folla di tifosi ad attenderlo per foto e video. Tanto che su Instagram ha scritto: “Grazie a tutti per l’affetto”.

bookmark_borderI fischietti nel silenzio: a distanza, senza proteste. La ripartenza degli arbitri al tempo del Covid

Gianluca Rocchi, 46 anni. Ansa

I direttori di gara al lavoro, tra test e tamponi, nel ritiro di Coverciano. Ecco come cambierà anche il loro ruolo alla ripresa del campionato

Il “fortino” Coverciano è tornato a respirare calcio, dopo che nei mesi più bui aveva aperto i cancelli ai pazienti meno gravi risultati positivi al coronavirus. E ora che il Covid-19 sembra aver allentato la morsa i cancelli si sono riaperti per i 21 arbitri di Serie A e i 15 di B insieme ai Var Pro, riuniti dal 3 giugno, ieri sono stati raggiunti dagli assistenti che resteranno in gruppo fino a giovedì. È il ritiro, l’unico in questa strana fine di stagione, dei direttori di gara.

Tutti abili e arruolati – dopo le visite di rinnovo dei certificati anticipate per l’occasione – e tutti “Covid-free” dopo l’esito negativo dei tamponi a cui gli uomini convocati dal designatore Nicola Rizzoli sono stati sottoposti fino a ora. Stadi vuoti, partite nel silenzio, procedure e protocolli. I fischietti non fanno eccezione e – sventato il maxiritiro che avrebbe amplificato il rischio stop con un positivo che avrebbe bloccato tutti gli altri – ecco come sarà la partenza dal punto di vista di quelli che Pierluigi Collina ha definito “i tecnici delle luci che aiutano a rendere bello lo spettacolo del calcio”.

bookmark_borderFigc: «Se un club bara sul protocollo anti-Covid rischia l’esclusione»

Task force di 31 esperti per rafforzare i controlli: la gravità della violazione sarebbe valutata in funzione del rischio per la salute di tutte le persone esposte al contagio da coronavirus

Sono gravissime le sanzioni per i club che non rispetteranno i protocolli anti-coronavirus: si parte dall’ammenda fino ad arrivare all’esclusione dal campionato. È questo in sintesi quanto deciso dal Consiglio Federale riunitosi oggi a Roma.
La Figc per tutelare la salute dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori ha arruolato 31 esperti del settore medico per rafforzare il pool di controllo della Procura: le ipotesi spaziano dai mancati tamponi a eventuali risultati occultati.

bookmark_borderLazio, difesa da scudetto: Inzaghi si affida allo schermo Leiva

Lucas Leiva e Simone Inzaghi. Getty Images

Il tecnico confida sulle doti tattiche del brasiliano a protezione del reparto. L’ex Wilson convinto: «È un muro insuperabile»

Una strategia ben precisa sulla strada per lo scudetto. Simone Inzaghi è pronto a fortificare ancor di più i meccanismi difensivi per accrescere le potenzialità della Lazio all’assalto della vetta della classifica. Verso la ripartenza del campionato il tecnico biancoceleste sta lavorando col suo staff per blindare ulteriormente quella che è la migliore difesa della Serie A.

bookmark_borderCavani non è «bollito»: all’Inter può dare ancora tanto

L'esultanza di Cavani dopo un gol al Bordeaux dello scorso febbraio. Afp

A 33 anni l’uruguaiano assicurerebbe quel movimento che piace a Conte e si integrerebbe molto bene con Lukaku

Da Lautaro Martinez a Edinson Cavani: come cambierebbe l’Inter se questi affari andassero in porto? Si accendono le discussioni del popolo nerazzurro, in gran parte contrariato (stando almeno ai giudizi sui social network) perché se ne andrebbe un attaccante di 23 anni e ne arriverebbe uno di 33. Come dire: si vende il futuro e ci si mette in casa il passato.

bookmark_borderIn quanti allo stadio? Chi entra prima in campo? Come si protesta con l’arbitro? Protocollo, i punti chiave

La Figc invia il testo con le linee guida con un giorno di anticipo. Ora la palla passa al Comitato tecnico-scientifico

Dalle trasferte, ai test clinici, alle sanificazioni richieste. Ecco le linee guida del protocollo della Figc per la ripresa del campionato presentate al Comitato Tecnico Scientifico. Giovedì l’incontro decisivo tra il Governo e Federazione…

bookmark_borderScaloni: “Lautaro? Non va in un club più piccolo. Se va al Barça Setien lo farà giocare titolare”

Intervenuto a Radio La Red, il tecnico dell’Argentina Scaloni ha parlato di Lautaro Martinez e del futuro dell’attaccante dell’Inter inseguito dal Barcellona:

“Lautaro è in un grande club, non va via per un club più piccolo. Non so quale sia il più grande dei due. I buoni giocatori devono avere spazio. A noi interessa che i giocatori abbiano continuità, ancor di più uno giovane come Lautaro. Nonostante sia giovane, Lautaro gioca bene e corre sia per sé che per il compagno. Ha questa voglia che lo farà diventerà un punto di riferimento per il futuro. Può integrarsi con Messi, toccherà all’allenatore del Barcellona vedere come, ma è possibile. Se va al Barça Setien troverà il modo di farlo giocare titolare. Lautaro del 2018 non è quello di adesso. È stato preso in considerazione in Russia, ma non era quello di adesso.Quando sei dalla parte del coach non è facile lasciar fuori un certo tipo di giocatore fuori.

“Aguero, Lautaro e Messi insieme? Possono giocare tre in avanti insieme, il resto della squadra deve saper cosa fare e questi giocatori devono mostrare impegno. Nella Copa América l’impegno di quei giocatori è stato incredibile. A volte tornano e occupano una posizione per noi. Per ritardare quattro secondi l’attacco avversario è molto importante il loro movimento”

bookmark_borderTamponi ok, il Napoli torna in campo domani. Atleti divisi in 3 turni

RIno Gattuso, 42 anni, da dicembre allenatore del Napoli. Getty

Dopo il risultato negativo dei secondi tamponi la squadra ritorna al gran completo: 3 turni di allenamento per i 26 giocatori

C’è l’annuncio ufficiale del Napoli: domenica gli azzurri torneranno al centro sportivo di Castel Volturno. Ecco la nota diramata dal club su Twitter, dopo l’esito negativo del secondo tampone: “Terminati gli esami diagnostici, da domani 10 maggio presso il Training Center i calciatori del Napoli potranno svolgere allenamenti facoltativi individuali nel rispetto delle normative previste”.