Serie B

L’Ascoli interrompe la serie positiva del Bari

I galletti cadono al Del Duca nell'anticipo interrompendo la serie positiva che durava da 7 turni. Decisivo il gol in avvio di Buzzegoli

28.03.2018 22:52

L’esultanza dei calciatori dell’Ascoli - Foto Sky Sport

Il Bari cade a sorpresa ad Ascoli nell'anticipo della 32a Giornata, interrompendo una striscia positiva che durava da 7 giornate e deve rimandare l'aggancio al secondo posto. Al contrario, successo vitale per i marchigiani che risalgono a -1 dalla zona playout.

Cronaca: Al 3′, su azione da calcio d’angolo, palla sul destro di Buzzegoli che, da fuori aria, batte Micai. All’11’, Varela supera in velocità Marrone, il suo tiro sfiora il palo. A questo punto, sale in cattedra il Bari, con ascolani bravi a difendersi. Al 25′, l’estremo difensore Agazzi nega la gioia del pareggio al brasiliano Nenè. Dieci minutè più tardi, è Henderson a sfiorare il pari. Prima dell’intervallo, ci prova anche Improta servito da Cissè. Nella ripresa il copione non cambia. Bari in avanti e padroni di casa pronti a ripartire in contropiede. Grosso getta nella mischia Galano e Iocolano, ma a parte il possesso palla il Bari non riesce mai a impensierire seriamente il portiere marchigiano. E l’arrembaggio finale dei biancorossi non modifca il risultato.

ASCOLI-BARI 1-0

RETI: 3’pt Buzzegoli (A)

ASCOLI (3-5-1-1): Agazzi; Padella, Mengoni, Gigliotti; Mogos, Buzzegoli, Addae, Martinho (11’st D’Urso), Pinto (38’st De Santis); Varela (13’st Clemenza), Monachello. Panchina: Lanni, De Santis, Perri, D’Urso, Florio, Castellano, Parlati, Kanoute, Clemenza, Baldini, Ventola, Ganz. All. Cosmi.

BARI (4-3-3): Micai; Sabelli, Empereur, Marrone, Petriccione, Tello, Henderson (12’st Galano); Anderson, Cissè, Nenè (20’st Iocolano), Improta (30’st Kozak). Panchina: De Lucia, Conti, D’Elia,  Kozak, Galano, Cassani, Iocolano, Andrada, Busellato, Gyomber, Lella Di Cosmo. All. Grosso.

Arbitro: Ros di Olbia. Assistenti: Grossi, Luciano. 4° uomo: Balice.

Ammoniti: Addae, Mengoni, Sabelli.

Commenti

Matera, adesso la situazione diventa drammatica
Foggia: Stroppa, ‘La Pro Vercelli è una squadra ben organizzata’