Serie C

Matera, nuovo deferimento. Ecco la situazione

14.04.2018 17:37

Roberto Chito - Tuttomatera.com

Non c’è due senza tre. Dopo quello di febbraio e quello di qualche settimana fa, nella giornata di oggi il Matera è stato colpito dal terzo deferimento. Secondo il Procuratore Federale, come si legge nel comunicato, il club biancoazzurro è stato deferito per il mancato pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps e del mancato pagamento di alcuni stipendi.

Partiamo proprio da quest’ultimo punto. Il Matera, infatti, è stato deferito a titolo di responsabilità diretta e propria per "non aver corrisposto, entro il 16 marzo 2018, gli emolumenti dovuti a diversi tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di novembre e dicembre 2017 e gennaio e febbraio 2018, e comunque per non aver documentato alla Covisoc, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati". In questo, è stato deferito anche l’amministratore unico Antonio Taccogna per "aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver corrisposto, entro il termine del 16 marzo 2018, gli emolumenti dovuti a diversi tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di novembre e dicembre 2017 e gennaio e febbraio 2018, e comunque per non aver documentato alla Covisoc, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati. In relazione ai poteri e funzioni dello stesso come risultanti dagli atti acquisiti e trasmessi dalla Lega competente e ai periodi di svolgimento degli stessi".

A questo deferimento, si va ad aggiungere il primo: quello del mancato pagamento delle ritenute Irpef e contributi Inps. E su questo, il Matera è stato deferito a titolo di responsabilità diretta e propria per "non aver corrisposto, entro il 16 marzo 2018, le ritenute Irpef e i contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2017, gennaio e febbraio 2018, e comunque per non aver documentato alla Covisoc, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps sopra indicati".

A cui si aggiunge anche il deferimento per l’amministratore unico Antonio Taccogna per "aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver corrisposto, entro il 16 marzo 2018, le ritenute Irpef e i contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2017, gennaio e febbraio 2018, e comunque per non aver documentato alla Covisoc, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps sopra indicati. In relazione ai poteri e funzioni dello stesso, risultanti dagli atti acquisiti come trasmessi dalla Lega competente e ai periodi di svolgimento degli stessi".

Commenti

Serie B: risultati e marcatori della 35^ giornata
Serie C: Deferite sei società