Varie

Bisceglie, i segreti della qualificazione dell'under 15 ai playoff

17.04.2018 13:09

Adesso è ufficiale: il Bisceglie under 15 potrà continuare a sognare il tricolore. L'ingresso nelle migliori 16 d'Italia arriva, però, dopo il ko interno contro la Casertana per 2-1. Una partita strana quella dei nerazzurri che partono meglio e passano in vantaggio grazie a un rigore di Cassano. Falliscono il raddoppio con Pozzessere nel primo tempo per ben 3 volte. Sul finire della prima frazione il pari della formazione campana. Nella ripresa stesso canovaccio della prima frazione: il Bisceglie attacca e colpisce la traversa con Cassano, la Casertana trova il jolly del vantaggio che difende fino in fondo. Zenalay e Orfano falliscono due occasioni facili per pareggiare, il risultato del Siena col Teramo, ko per 3-2, fa esultare la formazione pugliese che, adesso, ha come obiettivo difendere il secondo posto in classifica per prepararsi al meglio nei playoff. Una gioia, quindi, da completare la prossima settimana con l'ultima giornata che andrà a delineare meglio quello che sarà il cammino della formazione giovanile biscegliese. Ed è Piergiuseppe Sapio a far il punto dopo il risultato conquistato sul campo, difficilmente pronosticabile a inizio della stagione. "Innanzitutto mi complimento con tutto lo staff e con i ragazzi. Sicuramente nella gara con la Casertana c'è stata un po' di sfortuna ma comunque abbiamo centrato l'obiettivo che sognavamo di arrivare ai playoff. Sono contento di quanto fatto in questo cammino con l'under 15, una squadra completamente nuova, nata ad agosto che si è pian piano amalgamata e ha dimostrato che passione, lavoro, gioia di allenarsi e umiltà sono gli ingredienti giusti per poter raggiungere risultati insperati. Dobbiamo crescere sotto il profilo del cinismo, questo sì: è mancato in alcune gare e potevamo avere qualche punto in più. Ma possiamo completare il processo di crescita nella seconda fase della stagione. Però già da ora vanno dati i giusti riconoscimenti. Se da un lato questi ragazzi hanno conquistato la qualificazione, dall'altro c'è stato uno staff, a partire da mister Marco Piliego col suo secondo Luigi Carrisi, attendo sul campo alla crescita umana, tecnica e tattica del gruppo. Senza dimenticare l'aspetto fisico e i vari recuperi dagli infortuni, con Agostino Marras, Mimmo Raho e Mirko Mingolla in prima linea, il preparatore dei portieri Ranieri, il nostro magazziniere e accompagnatore Tonino, Fabio Ancona e il segretario Di Manzo. E tutti i collaboratori, che hanno trattato questa squadra del settore giovanile quasi come un gruppo senior. Il merito, quindi, è di tutti. Ora chiudiamo al meglio questa fase della stagione e continuiamo a sognare, perché vogliamo continuare a giocare col sorriso sulle labbra così come abbiamo fatto per tutti questi mesi, senza darci dei limiti ma vivendo alla giornata".

Commenti

Serie D/H: I 10 gol più belli della 31a Giornata
San Severo: Salta anche la panchina di Giacomarro