Serie C/C

Catania: Lo Monaco, ‘Col Trapani la madre di tutte le partite’

‘E’ la partita più importante delle ultime tre, assolutamente decisiva per il nostro campionato, che sia primo posto o playoff’

16.04.2018 19:58

Il successo esterno contro l’Akragas, tiene in corsa il Catania per la promozione diretta anche se gli etnei dovranno sperare in un passo falso del Lecce per vincere il torneo di Serie C. Calciatori e dirigenti rossazzurri sperano in un passo falso dei giallorossi e confidano che potrebbe arrivare anche da Monopoli all’ultima giornata, sia perchè i biancoverdi stanno lottando per un ottimo piazzamento playoff, ma anche perchè tra le due tifoseria c’è una forte rivalità essendo quelli del “Gabbiano” legati al Bari.

PARLA LO MONACO – Intanto però per la compagine etnea c’è da superare uno scoglio importante lunedì prossimo visto che al “Massimino” ci sarà da battere il Trapani, terza forza del campionato. L’ad Pietro Lo Monaco ai microfoni di Itasportpress.it, si aspetta ancora il sostegno del pubblico. “E’ la partita più importante delle ultime tre. E’ la madre di tutte le partite ed è assolutamente decisiva per il nostro campionato, che sia primo posto o playoff”.

GIORNATA ROSSAZZURRA – “Il Catania finora ha fatto un grandissimo campionato e deve chiuderlo con la ciliegina. Ci sarà il pubblico delle grandi occasioni e a riguardo abbiamo deciso di designare la “Giornata rossazzurra”. Non ci saranno biglietti omaggio per nessuno, neanche per i calciatori. E’ la nostra finale e la passione per la squadra deve prevalere su ogni cosa. Il Trapani non è in calo ed ha la stessa forza del Catania e del Lecce. Il caso ha voluto che abbia perso contatto dal Catania ma siamo a soli tre punti e dobbiamo vincere per puntare al primo posto e anche ad un buon piazzamento in chiave playoff. E’ una partita da vivere e non c’è per nessuno delle due squadre una via d’uscita. In settimana parlerà Lucarelli che presenterà la partita in sala stampa come sempre”.

POLITO – Lo Monaco ha voluto replicare all’ex portiere del Catania dopo le dichiarazioni polemiche. “Non ho capito francamente il pensiero di Ciro. Io non ho commentato la partita con la Juve Stabia anche se è normale dire qualcosa sull’atteggiamento che hanno avuto in campo i gialloblu al Massimino. Ciro Polito e Fabio Caserta, da ex del Catania, devono spiegare come mai prima della partita non sono venuti a salutare nessuno e perchè se ne sono andati subito via dallo stadio senza neanche cambiarsi i vestiti”. Avevano la nave? “Non do molto credito a questa tesi. Evidentemente avevano la pancetta piena essendo riusciti a portare al termine il loro progetto di fermare il Catania in tutti i modi. Poi a Castellammare abbiamo vinto la partita per me ingiustamente ma nessun caffè o tazza di latte. Ho fatto i complimenti a Caserta però non esageriamo adesso con frasi ad effetto nè tantomeno mi metto a fare polemiche con Polito”.

Fonte: Itasportpress.it

Commenti

Catania, Lucarelli: 'Akragas? Può essere una buccia di banana...'
Mercato: Monopoli e Fidelis Andria sullo stesso attaccante