Varie

Bisceglie-Renate: in palio la finale scudetto under 15

11.06.2018 09:30

Settanta lunghi minuti, o poco più in caso di supplementari ed eventuali rigori, per un sogno chiamato finale scudetto. Ci proverà il Bisceglie under 15 che domani alle 17.30 a Savignagno sul Rubicone contro il Renate tenterà di centrare un obiettivo incredibile e insperato dieci mesi fa. Squadra al gran completo quella pugliese, grazie anche al recupero, in alcuni momenti della stagione, col contributo dello staff medico e sportivo. Una emozione che Piergiuseppe Sapio, responsabile tecnico del settore giovanile del Bisceglie, racconta dal quartier generale di Zadina di Cesenatico, ossia dal ritiro del Bisceglie per questa avventura nelle finali scudetto. "C'è tantissima voglia di far bene, di continuare a giocare con il cuore, la grinta, ma anche dimostrare che non siamo una favola ma una solida realtà. Il Bisceglie, 10 mesi fa, ha iniziato un percorso col settore giovanile che sta trovando i suoi frutti, anche insperati. Perché da un lato c'è l'obiettivo, centrato, di insegnare ai ragazzi a vivere in gruppo, rispettare l'altro, capire cosa significa giocare “per” e “di” squadra. Dall'altra c'è il risultato sportivo che, ora come ora, spero sia un tantino migliore rispetto alle esperienze che ho avuto a Sava e Martina. Abbiamo questa gara contro il Renate, una signora squadra così come le altre due che si affronteranno nell'altra semifinale. Siamo al gran completo e dobbiamo provarci fino alla fine per arrivare lì dove nessuno poteva immaginare a inizio agosto. Questo è un gruppo di ragazzi eccezionali, come lo stesso staff che, tutti inclusi, da Vincenzo Di Manzo, solo per fare un nome, sino all'ultimo in ordine alfabetico dei collaboratori, si priva di qualcosa per metterlo a disposizione di questa fantastica squadra. Dopo la rifinitura saremo concentrati per provare in tutta la gara a superare il Renate e arrivare in finale".

Importante è stato, inoltre, il contributo da parte del dottor Mirko Mingolla che ha permesso il recupero di 3 infortunati. A partire da Zenelay per una frattura del terzo metatarsi a ottobre, oppure Domenico Trabacca, frattura del radio e dell'ulna. Stesso mese per il ko di Simone Riccardi, il più lungo per quel che concerne i tempi di rientro, vista la distorsione del retto anteriore del quadricipite destro. Tutti recuperi resi possibili grazie all'aiuto del dott Mingolla, coadiuvato dal suo staff, che rende completa la squadra a disposizione di Marco Piliego. Sicuramente un'arma in più per provare a superare un ennesimo ostacolo in questa che, comunque, resta una straordinaria stagione.

Commenti

Bisceglie, Marras e Piliego raccontano la marcia verso Cesena e le Finali scudetto
Bisceglie in finale scudetto under 15. Ma che finale da brivido...